20/realtà inumana e human virtuality

Si avvicinano inutili elezioni nell'antica provincia dell'impero: non potendo offrire peggiori spettacoli inpolitici, si servono nuovi eroi su un piatto di sangue mediatico. Per governo e opposizione un'altra imbarazzante occasione per concordare bugie di stato. Non ho voglia di ripetermi, né di pensare ulteriormente alle schifezze di lorsignori. Per me potrebbero anche andare a raddrizzare banane: one banana short of a fruit-salad. Insomma, non si può restare attoniti a guardare questo meraviglioso pianeta infestato dalla barbarie. Bisognerebbe almeno chiedersi se c'è qualcosa di umano in certe azioni; se c'è qualche calore nei corpi che sfioriamo ogni giorno; se ha ancora senso sbarcare ogni tanto da queste parti o se non sia diventato più ospitale lo spazio siderale. Perché, quando nuove esigenze di governabilità planetaria richiedono vecchie soluzioni, l'oppio dei popoli torna a essere un business. Ma vi pare accettabile che l'umanità sia deportata nelle realtà virtuali?

Tvtanic continua
Bruno Zarzaca ©reative ©ommons BY NC ND 1997-2022